L’Inter di Inzaghi: dalla classifica al modulo passando per i giocatori chiave, tutto quello che c’è da sapere sul prossimo avversario del Napoli

Inzaghi Marotta Inter

La tre giorni di Coppe europee è andata in archivio ed è tempo di rituffarsi nel campionato. La 14ª giornata di serie A si è aperta ieri con la vittoria della Juventus sul Monza per 2-1. Il big match di questo turno sarà tra il Napoli di Mazzarri e l’Inter di Inzaghi, nel posticipo di domenica alle 20:45. La partita si preannuncia di vitale importanza per entrambe le squadre: i nerazzurri vorranno riprendersi la vetta della classifica dopo il sorpasso della Juventus, il Napoli invece è chiamato a dare continuità alle recenti prestazioni e soprattutto tornare a fare risultato davanti al proprio pubblico. Nella passata stagione, al Maradona, il Napoli si impose per 3-1 con i gol di Anguissa, Lukaku, Di Lorenzo e Gaetano. A Milano gli azzurri incapparono nella prima sconfitta stagionale puniti da Dzeko su assist di Dimarco.

L’Inter di Inzaghi: classifica, numeri e momento della squadra

L’Inter arriva a questa sfida da seconda in classifica (con una partita in meno) con 32 punti, a una sola lunghezza dalla Juventus attuale capolista. La squadra di Inzaghi nelle prime 13 gare ha ottenuto 10 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta (contro il Sassuolo). Lontano dal Meazza, l’Inter ha sempre vinto eccezion fatta per la partita contro i bianconeri in cui ha portato a casa un pareggio. La forza dell’Inter è certificata dai numeri: miglior attacco con 30 gol fatti e miglior difesa con soli 7 subiti, mantenendo la porta inviolata per ben 8 volte. Il capocannoniere della squadra e delle serie A è Lautaro Martinez con 13 gol davanti a Calhanoglu che ne ha siglati 5.

L’Inter di Inzaghi arriva a questa gara dopo il pareggio dell’Allianz Stadium e la rimonta in Champions contro il Benfica da 3-0 a 3-3. Il tecnico nerazzurro, forte della qualificazione già conquistata, ha fatto riposare 8 titolari nella partita di Champions e si presenterà a Napoli con una squadra più fresca. Il Napoli, complici gli infortuni e un punto ancora da conquistare, è andato a Madrid a giocarsela con tutti i titolari in campo e potrebbe risentirne di più dal punto di vista fisico.

L’Inter di Inzaghi: dal modulo ai giocatori chiave passando per lo stile di gioco

Inzaghi si affiderà al suo collaudatissimo 3-5-2. I nerazzurri amano comandare il gioco imponendo alla partita ritmi altissimi. L’Inter è anche una squadra abbastanza fisica che si affida spesso al duello uomo contro uomo coi tre difensori. La linea difensiva è molto sollecitata anche nella costruzione del gioco soprattutto con il braccetto di sinistra che si sgancia parecchio. Uno dei marchi di fabbrica dell’Inter è l’uscita sugli esterni dove Dimarco e Dumfries sono sempre molto pericolosi sia in assistenza che finalizzazione. Calhanoglu è il metronomo della squadra con Barella a dare quantità e Mkhitaryan la qualità. I due attaccanti si muovono molto su tutto il fronte offensivo e hanno trovato un’intesa eccellente. L’Inter come sempre cercherà di fare la sua partita indipendentemente dall’avversario.

La squadra di Inzaghi può mettere in difficoltà il Napoli sugli esterni dove riesce sempre a creare superiorità con i movimenti o della mezzala o del braccetto difensivo. Inoltre, Dumfries è da tenere particolarmente d’occhio viste le difficoltà del Napoli a sinistra senza un terzino di ruolo. Lautaro e Thuram sono attaccanti rapidi che sanno occupare bene l’area di rigore, quindi anche loro potrebbero dare molti grattacapi ai centrali azzurri che nelle ultime uscite hanno lasciato molto a desiderare in marcatura. Un giocatore che potrebbe fare la differenza per gli azzurri in questa partita è Kvaratskhelia sfruttando gli uno contro uno con Darmian che sostituirà l’infortunato Pavard. Anche Zielinski, in dubbio per le condizioni fisiche non ottimali, o Elmas potrebbero dare fastidio ai nerazzurri andandosi a piazzare alle spalle di Barella costringendo Calhanoglu alla fase difensiva, non proprio la sua caratteristica migliore.

Inter, indisponibili e probabile formazione

Inzaghi dovrà rinunciare a Bastoni e Pavard per infortunio, due dei tre difensori titolari. Non ci saranno sorprese nell’11 nerazzurro che vedrà in porta il solito Sommer. Davanti a lui, Darmian, de Vrij e Acerbi formeranno il terzetto difensivo. In regia Calhanoglu con ai suoi lati Barella e Mkhitaryan. Sugli esterni Dumfries è in vantaggio su Cuadrado per la fascia destra, mentre a sinistra Dimarco è sicuro del posto. Lautaro Martinez e Thuram formeranno la coppia d’attacco.

PROBABILE INTER (3-5-2): Sommer; Darmian, de Vrij, Acerbi; Dumfries, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; Lautaro, Thuram. All.: Inzaghi

Sabato Peluso

Leggi anche:

Inter, Parisio: “Il Napoli avrà una grande occasione per rientrare per lo Scudetto, non è un avversario da sottovalutare”

Per restare sempre aggiornato sul Napoli, leggi www.ilsognonelcuore.com oppure collegati a Instagram o Facebook.