Roma, in semifinale di Europa League nel segno di Dybala

Europa League Roma semifinale

In uno Stadio Olimpico gremito, la squadra di Josè Mourinho questa sera si giocava una grande fetta di stagione. Soprattutto la possibilità di accedere alle penultima fase della seconda competizione Uefa. Una serata di assoluto livello per la piazza, che anche in questa occasione ha risposto presente. Quasi 70mila tifosi presenti sugli spalti.

Roma, in semifinale di Europa League nel segno di Dybala

Il risultato della gara d’andata vedeva gli olandesi in vantaggio per 1-o un risultato alla portata della Roma, ma che sarebbe davvero diventato difficile. Se con il passare dei minuti il Feyenoord avrebbe acquisito sicurezza nella gara. Un vero e proprio lavoro di mente per cercare di essere al massimo, in una competizione davvero snobbata da tutti che però arrivata alle fasi finali fa davvero gola davvero a molti. La gara, non regala tantissime emozioni iniziali, la fase di studio prende il sopravvento. Proprio come la prima frazione lentamente condotta alla fine senza grandi pericoli. La seconda frazione, sia per la Roma che per la squadra olandese significava dentro o fuori, proprio la formazione di casa trova il guizzo giusto con Spinazzola per fare 1-0 e mettere lo cose in parità vista la gara in campo olandese.

Roma, in semifinale di Europa League nel segno di Dybala

Mourinho e la sua squadra, però in questa stagione ci hanno mostrato i muscoli in diverse occasioni, ma anche le proprie più grandi debolezze mentali su cui subisce il momentaneo pareggio con Paixao negli ultimi 10 minuti di gioco. Nei momenti di grande difficoltà, la Roma si è aggrappata quanto possibile alle sue frecce del suo grande arco. Che oggi porta il nome di Paulo Dybala. L’attaccante argentino con una rete non nelle sue corde trasforma una palla difficile nella rete dove la squadra di casa strappa virtualmente il biglietto per la semifinale con vista sulla finale di Budapest.

Una squadra con l’alone argentino

mentre il Var convalida una rete a Pellegrini per il 4-1 finale tutti sono al pensiero del minuto 73′ quando è entrato il pupillo di tutti Paulo Dybala. Il suo peso specifico, trasforma lui per la squadra della capitale un fattore predominante. Quando la luce del 21 è accesa per la Roma è la più grande fortuna, soprattutto vista l’esposizione e la pulizia di giocata praticamente mai riscontrata negli ultimi anni. Ora si aspetta il Bayer Leverkusen sperando di avere al massimo il gioiello della capitale.

Christian Marangio

Leggi anche

Inzaghi allenatore da coppa, Sabatini: “Se a Roma era un punto di forza, però, a Milano rischia di essere un’arma a doppio taglio. A Spalletti chiederei…”

Per restare sempre aggiornato sul Napoli, leggi www.ilsognonelcuore.com oppure collegati a Instagram o Facebook.