Eintracht Francoforte-Napoli, le probabili formazioni e l’analisi prepartita

Torna di scena la Champions League e lo fa in maniera spettacolare con il match tra Eintracht Francoforte e Napoli. La compagine di Spalletti continua a dominare in campionato, la distanza di quindici punti dall’Inter seconda in classifica dimostra il predominio partenopeo in Serie A. La squadra tedesca, invece, è sesta in campionato e viaggia con una media di due gol a partita. Il giocatore più pericoloso è sicuramente Kolo Muani, il quale è a quota dieci gol e dieci assist in campionato. Numeri spaventosi per il francese, che dopo la delusione del Mondiale (considerando anche l’errore al 119′) ha espresso il meglio di sé. Ci sarà un clima affascinante in quel di Francoforte: l’impianto ospiterà 48mila tifosi, tra cui tremila supporters azzurri. La gara, in programma martedì 21 febbraio alle ore 21:00, sarà regolarmente visibile in chiaro su Canale 5.

Le probabili formazioni e gli indisponibili del match

Il Francoforte scenderà in campo con il 3-4-2-1, di seguito i probabili unidici: Trapp; Tuta, Hasebe, Ndicka; Knauff, Kamada, Sow, Max; Lindstrom, Gotze; Kolo Muani. Ebimbe è l’unico indisponibile di Glasner.

La compagine di Spalletti giocherà con il consueto 4-3-3, con Meret in porta; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui in difesa, Anguissa, Lobotka, Zielinski a centrocampo e Lozano, Osimhen, Kvaratskhelia completeranno il reparto offensivo. Raspadori sarà l’unico indisponibile.

L’analisi prepartita

Quella di domani sarà una partita molto aperta, con due squadre che segnano molto e con un Francoforte che subisce tanti gol. In stagione, infatti, i tedeschi hanno incassato ben 38 gol in 32 partite stagionali e addirittura hanno subito 3 gol o più in ben sei occasioni. La compagine di Glasner tende molto a pressare l’avversario, distribuendo i calciatori in tutto il campo rischiando spesso di non essere compatto. Il Napoli, dunque, dovrà prestare molta attenzione in fase di possesso. Il gioco europeo degli azzurri è basato sulla conduzione palla rapida, con Kim in difesa che cerca sempre la verticalizzazione sul centrocampista o l’esterno. I partenopei alternano giocate in cui si lancia la palla in profondità – per sfruttare Osimhen – ed altre in cui gli esterni cuciono il gioco tagliando in mezzo al campo e scambiando il pallone con i centrocampisti. Sponda opposta, la qualità di Mario Gotze e l’imprevedibilità di Lindstrom possono mettere in serie difficoltà la difesa partenopea. Una gara che molto probabilmente vedrà il gol di entrambe le squadre e che sarà fondamentale in ottica della sfida di ritorno, in programma mercoledì 15 marzo 2023 alle ore 21:00.

Pasquale Caldarelli

Leggi anche

Napoli: l’innovazione tattica di Spalletti che disorienta gli avversari

Per restare sempre aggiornato sul Napoli, leggi www.ilsognonelcuore.com oppure collegati a Instagram o Facebook.