L’episodio – Mertens croce e delizia. Il belga dà la scossa, ma non evita la prima sconfitta azzurra

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

L’EPISODIO MERTENS: Al Meazza è andata in scena la tredicesima giornata di Serie A. Che ha visto contrapposte in campo Inter e Napoli con i padroni di casa che hanno avuto la meglio sui campani che in quel di Milano sono incappati nella prima sconfitta in campionato.

L’episodio – Mertens croce e delizia. Il belga dà la scossa, ma non evita la prima sconfitta azzurra

Nella gara che ha visto per la prima volta gli uomini di Spalletti soccombere. Ci sono moltissimi episodi degni di nota, che meriterebbero molta attenzione. Ma uno su tutti ha destato lo scalpore del popolo azzurro. Il gol spettacolare che ha dato nuova linfa alla squadra per poter continuare nella ricerca quasi disperata di uscire da Milano con dei punti. Una rete che da dimostrazione di quanto un singolo giocatore come il belga possa ancora dare tantissimo alla causa azzurra. Con la sua innata classe e con i suoi colpi da campione. A cui ci ha abituati in questi anni e che ci hanno permesso di sgomitare tra le parti alte della classifica. In queste settimane è aperta la discussione sul suo possibile rinnovo, tra chi pensa che la sua carriera a Napoli sia finita e tra chi è sicuro che può dare ancora molto alla causa azzurra. Oggi il campo parla chiaro, il belga è ancora brillante e chissà come sarebbe andata se da quella panchina nella serata di ieri si  fosse alzato prima.

Finale di gara che da delle risposte, ma che lascia un grande amaro in bocca

Dopo il gol del belga, gli azzurri tornano in assetto classico e riescono ad imbastire molteplici attacchi verso l’area di rigore nerazzurra, che scricchiola più di una volta. Dando dimostrazione che alla squadra di Spalletti delle volte serva più di uno schiaffo per tornare  ad essere arrembante e fare il proprio calcio. Come ha fatto l’Inter per l’intera gara. Purtroppo l’assalto finale lascia grande rammarico, soprattutto sulle due grandissime occasioni avute prima da Mario Rui con suddetto miracolo di Handanovic e poi proprio Dries Mertens che al volo davanti alla porta spara alto. Per diventare grandi, bisogna essere cattivi e soprattutto bisogna esserlo più del tuo stesso avversario cosa che dovrà essere la squadra azzurra per l’imminente futuro.

Osimhen e Anguissa out, solo il gol di Dries fa sorridere a Milano

Dalla trasferta del Meazza, i partenopei si portano a Napoli due uomini in meno come Osimhen e Anguissa. Che saranno fuori per il grande ciclo di partite che attendono gli azzurri. Con  la grande assenza del nigeriano, adesso le chiavi del reparto offensivo tornano nelle mani di Petagna e Mertens che dovranno tirare fuori il massimo. Il gol del belga, da un grande segnale di condizione per il futuro, mentre Petagna dopo tanta panchina avrà l’occasione di giocarsi le sue carte anche in vista della nazionale.

 

 

Autore

Per restare sempre aggiornato sul Napoli, leggi www.ilsognonelcuore.com oppure collegati a Instagram o Facebook.