Napoli, il Top e Flop del mese di ottobre: un difensore sorprende, un attaccante delude

Fiorentina Napoli

NAPOLI TOP FLOP MESE – Il Napoli è primo in classifica e Spalletti inizia, pian piano, a far sognare i tifosi. Il mese di ottobre è stato ricco di partite, contro avversari – sulla carta – di media-bassa classifica. L’unico match di Europa League, contro il Legia Varsavia, ha visto gli azzurri vincere per tre a zero. Nonostante la squadra abbia avuto un inizio di campionato stratosferico, caratterizzato da dieci vittorie e un pareggio, ci sono alcuni giocatori che ancora non sono riusciti ad esprimere il massimo delle proprie potenzialità. La prima sfida del mese è stata contro la Fiorentina: la compagine di Spalletti è riuscita a conquistare tre punti rimontando i viola con determinazione e caparbietà. Contro Torino e Salernitana il risultato è stato il medesimo: uno a zero e tanta sofferenza nel chiudere la partita. In entrambi i match sono stati decisivi gli episodi. Contro la squadra di Juric, Osimhen è stato decisivo dopo una grande azione da parte degli azzurri, mentre contro i granata di Colantuono, un’azione rocambolesca ha portato i partenopei in vantaggio. La striscia di vittorie consecutive si è interrotta all’Olimpico di Roma, dove la sfida è terminata in pareggio a reti bianche. Anche lì il Napoli ha disputato un’ottima partita. Sedici punti su diciotto disponibili è un risultato più che soddisfacente per la piazza napoletana. Ora, scopriamo insieme il top e il flop del mese di ottobre.

Il Top che non ti aspetti

NAPOLI TOP FLOP MESE – Il miglior giocatore del mese è Amir Rrahmani. Il kosovaro è riuscito ad accaparrarsi del posto di titolare accanto a Koulibaly a discapito di Manolas. Il senegalese è stato molto importante per la crescita di Amir, che in certi aspetti somiglia all’Albiol degli anni sarriani. Questo paragone, però, deve essere preso con le pinze: accanto ad un difensore di rottura come Kalidou, è molto importante avere un giocatore che sappia gestire il pallone, che sia più tecnico e che allo stesso tempo riesca ad arginare gli attacchi avversari. Rrahmani ha caratteristiche diverse da Manolas. Per intenderci, il greco è molto simile a Koulibaly. Forse questo ha fatto sì che qualcosa non funzionasse negli ultimi anni. In arrivo dall’Hellas Verona, Amir ha avuto un anno di adattamento in una big italiana e con Gattuso non ha vissuto un periodo felice. Al contrario, con Spalletti ha ritrovato fiducia nei propri mezzi ed è migliorato molto nella gestione del pallone, nelle chiusure difensive e sulle palle alte. Se il Napoli ha subito tre gol in undici partite (miglior difesa del campionato) il merito è anche suo. Il difensore centrale, inoltre, si è dimostrato importante anche in zona gol. La rete contro la Fiorentina è risultata decisiva: un grandissimo e – da sottolineare – preparatissimo schema, ha permesso al difensore di depositare la palla in fondo al sacco. Crescita esponenziale e solidità difensiva: il premio da Top del mese va assegnato al kosovaro.

Il Flop che si fa attendere

NAPOLI TOP FLOP MESE – Il Flop di questo mese è Hirving Lozano. L’attaccante, in sei partite, è riuscito a siglare un solo gol contro la Fiorentina, dopo il rigore sbagliato da Insigne. Nonostante ciò, il messicano è apparso fuori forma e poco incisivo negli ultimi incontri, tanto da scendere nelle gerarchie lasciando quasi sempre il posto da titolare a Matteo Politano. La sua abilità di spaccare le partite e di superare i difensori in velocità non è stata quasi mai messa in atto. Soprattutto in occasione della sfida contro il Torino, el Chuchy non è riuscito a lasciare il segno ed è apparso scarico e disorientato. Dopo la sostituzione di Spalletti all’89’ (che lo aveva inserito a gara in corsa), Hirving ha abbandonato subito il campo rientrando negli spogliatoi, mostrando tutto il suo disappunto. Episodio che però, è morto sul nascere. Nella scorsa stagione, il messicano è stata la rivelazione degli azzurri con undici gol ed una partenza sprint. Quest’anno, invece, ancora non sembra esprimere il massimo. Le sue precarie condizioni possono derivare anche dall’infortunio avuto durante la sosta Nazionali: il duro colpo all’occhio ha scosso il giocatore anche dal punto di vista psicologico. Il calcio del portiere poteva costargli caro. Lo stesso giocatore, infatti, ha affermato di aver avuto tanta paura di perdere l’occhio e di aver pensato subito ai propri cari. Insomma, un inizio di stagione contraddistinto da un infortunio piuttosto grave e solo due gol in quattordici gare, fanno sì che Lozano si aggiudichi il Flop del mese di ottobre.

LEGGI ANCHE

Autore

Per restare sempre aggiornato sul Napoli, leggi www.ilsognonelcuore.com oppure collegati a Instagram o Facebook.