Hellas Verona-Napoli Femminile, pareggio a reti bianche all’Olivieri: prova di continuità per le Tartarughine

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

HELLAS VERONA NAPOLI FEMMINILE – Dopo la prima sosta, a causa della nazionali, ritorna in campo la Serie A Femminile. L’Hellas di Pachera ospita allo Stadio Olivieri di Verona, il Napoli Femminile di mister Pistolesi. L’inizio di campionato per le scaligere è disastroso: tre sconfitte in tre partite, undici gol subiti e zero segnati. L’obiettivo è quello di riscattarsi contro le Tartarughine, che hanno trovato la prima vittoria stagionale proprio nell’ultima gara contro la Fiorentina. Le padrone di casa scendono in campo con il 4-3-3, a guidare l’attacco il trio Anghileri-Cedeno-Pasini. D’altro canto Pistolesi deve fare il conto con le assenze ed opta per il 4-4-1-1. Assenti Blanco, Awona, Jaimes mentre Severini e Popadinova in panchina, non essendo al top della condizione fisica. Colombo, ex Verona, prende il posto di Sara Tui; Pachera, invece, si affida all’ex azzurra Errico.

Hellas Verona-Napoli Femminile, i momenti chiave del primo tempo

La prima fase di gioco è dedicata allo studio, le squadre attendono prima di sferrare i primi colpi. Infatti per attendere il primo squillo della gara, bisogna attendere la mezz’ora di gioco. Sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Toniolo, Eleonora Goldoni sfiora il gol con un colpo di testa. Un occasione per parte, e allora adesso tocca al Verona: Pasini salta decisamente Imprezzabile e serve Anghileri, brava l’estremo difensore Aguirre a tenere inviolata la porta delle Tartarughine deviando la sfera. Si conclude un primo tempo, privo di emozioni, sul punteggio di 0-0.

Hellas Verona-Napoli Femminile, i momenti chiave del secondo tempo

Nella ripresa il match offre qualche spunto di gioco in più rispetto alla prima frazione di gioco. Sono le ragazze di mister Pistolesi a provare ad imporre il proprio gioco, con il Verona ben posizionato in difesa. Ma la prima conclusione degli ultimi 45′ arriva dalle padrone di casa. Ancora una volta Aguirre è protagonista di un ottimo salvataggio con i piedi sul tiro di Pasini. Altro intervento da parte dell’iberica, che neutralizza al 71′ la sortita offensiva di Rognoni. Nel finale il Napoli si fa vedere nuovamente dalle parti di Keizer, ma i tentativi di Erzen e Goldoni non ottengono i risultati sperati. Primo punto stagionale per il Verona, primo pareggio per le Tartarughine che salgono a quota 4 in classifica.

Considerazioni post-partita

Considerando le tante assenze, il Napoli Femminile può essere soddisfatto del risultato ottenuto in terra veronese. Le azzurre danno continuità alla vittoria contro la Fiorentina, aggiungendo un altro punto prezioso in classifica che aumenta la distanza con le dirette avversarie per la lotta salvezza. A non passare inosservate, agli occhi di mister Pistolesi, sono la grinta e la determinazione della squadra che nonostante le tante defezioni è riuscita nell’intento di esprimere il proprio calcio. In occasione delle tante assenze nel reparto offensivo, è da segnalare l’esordio di Aurora Penna (classe 2005) in prima squadra, già capocannoniere della Primavera nella scorsa stagione. Un punto che da fiducia e morale, in attesa della prossima sfida contro il Milan, in programma domenica 3 ottobre alle ore 12:30 a Cercola.

LEGGI ANCHE

https://ilsognonelcuore.com/2021/09/25/napoli-cagliari-le-probabili-formazioni-e-lanalisi-del-match/

 

Autore

Per restare sempre aggiornato sul Napoli, leggi www.ilsognonelcuore.com oppure collegati a Instagram o Facebook.