Colantuono, Spalletti: “Un top allenatore a livello europeo, ADL non avrebbe potuto scegliere meglio”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

COLANTUONO SPALLETTI – Stefano Colantuono, ex allenatore, fra le tante dell’Atalanta, ha parlato di Spalletti, di Insigne e di molto altro a “Il Sogno Nel Cuore, trasmissione condotta da Luca Cerchione in onda dal lunedì al venerdì dalle 12:00 alle 13:00 su 1 Station Radio.

Salernitana

“Lotito aveva bisogno di tempo per poter sistemare la questione della multiproprietà, la promozione è arrivata solamente pochi mesi fa. Finalmente e meritatamente tornano in Serie A. Ora hanno il tempo per rinforzare la rosa. Tutino? Può fare bene anche nel massimo campionato, ne parlano tutti bene. Bisogna dargli una chance, è un attaccante che fa tanti gol. Lo spazio in A lo ha meritato sul campo”.

Colantuono: “I tifosi facevano parte di un calcio diverso”

“Assenza di presidenti tifosi? Facevano parte di un calcio diverso. Hanno cambiato le sorti di piccole città, come Pisa e Ascoli, facendole recitare un ruolo da protagonista in Italia. In Europa, oggi, ci sono realtà irraggiungibili per società come il Napoli. Bisogna avvicinarsi con le idee, Percassi e l’Atalanta sono la dimostrazione. Striscione dei tifosi bergamaschi? Avrebbero potuto evitare, ma è volto a stimolare l’ambiente. I nerazzurri restano una realtà importante, il connubio fra città e società non deve mutare”.

Valzer di panchine

Valzer di panchine in Serie A? Si sono rinforzate un po’ tutte, ogni club ha preso un allenatore importante. Il ritorno di Allegri sarà un punto di forza per la Juventus. Mourinho e Sarri infiammeranno il derby di Roma, già di per sé molto sentito. Tanti ottimi tecnici per poter regalare spettacolo. Dispiace per l’assenza di Conte”.

Spalletti

“Spalletti? Un top allenatore a livello europeo, ADL non avrebbe potuto scegliere meglio. Quando allenavo l’Atalanta e lui era alla prima esperienza a Roma, andai a Trigoria per seguire i suoi allenamenti. Il materiale che ha a disposizione a Napoli si sposa perfettamente con la sua idea calcistica. Conoscendolo, l’incedibile è Koulibaly. Con qualche rinforzo potrebbe lottare per le primissime posizioni. Il Napoli può prescindere da Insigne? È un tassello fondamentale e determinante per le sorti degli azzurri, quindi no”.

LEGGI ANCHE

Gaetano, Agostinelli: “Ha il potenziale per sostituire Demme”

Autore

Per restare sempre aggiornato sul Napoli, leggi www.ilsognonelcuore.com oppure collegati a Instagram o Facebook.