Italia-Inghilterra, le probabili formazioni e l’analisi pre-partita

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

ITALIA INGHILTERRA PROBABILI FORMAZIONI – Siamo giunti all’ultima partita di Euro2020: domenica si assisterà alla finale tra Italia e Inghilterra. Due squadre che, dopo un tortuoso e lungo cammino, sono riuscite ad arrivare fino in fondo facendo sognare i propri tifosi. Alle ore 21:00 le squadre scenderanno in campo allo stadio Wembley di Londra. Gli azzurri proveranno a vincere il secondo europeo della storia, mentre gli inglesi in bacheca hanno zero titoli in ambito europeo. Il gruppo coeso creato da Roberto Mancini contro una squadra sì organizzata, ma composta da tanti singoli: Sterling su tutti rappresenta il primo “nemico” principale. Le scelte del tecnico Southgate stanno facendo suscitare alcune critiche tra i supporters inglesi. Infatti, durante la semifinale contro la Danimarca, il tecnico ha scelto di lasciare fuori Sancho e Rashford. Tra questi spicca anche il nome di Phil Foden, che è entrato in campo solo nei tempi supplementari. Intanto, i bookmakers vedono, anche se di poco, favoriti l’Inghilterra.

Le probabili formazioni degli azzurri

ITALIA SPAGNA PROBABILI FORMAZIONI – Mancini non intende cambiare gli interpreti: il modulo sarà il consueto 4-3-3. In porta, a difendere i pali azzurri ci sarà Gigio Donnarumma. La coppia centrale sarà ancora composta da Bonucci e Chiellini, invece sugli esterni giocheranno Di Lorenzo ed Emerson Palmieri. A centrocampo non ci saranno cambi: Jorginho giocherà sempre in cabina da regia con il compito di dettare i tempi e smistare la palla in tempi brevissimi. Quest’ultimo sarà affiancato da Verratti e Barella. In caso di un forfait di uno dei due, è pronto Locatelli. Per quanto riguarda il reparto offensivo, sarà ancora Ciro Immobile – nonostante arrivi da due partite deludenti – affiancato dal numero 10, Lorenzo Insigne e da Federico Chiesa.

L’analisi del match e il probabile giocatore chiave

L’Italia arriva in finale con una striscia positiva di risultati utili di trentatré partite. A Wembley ci saranno due squadre che hanno concesso pochi gol segnandone tanti: l’Italia ha siglato ben dieci gol, subendone solo due. Invece, gli inglesi, ne hanno subito uno, contro la Danimarca in semifinale (su palla inattiva) e hanno insaccato la rete ben nove. L’Inghilterra è la seconda squadra con più occasione da reti create e detiene il record di porte inviolate (cinque). Il probabile giocatore chiave degli azzurri potrebbe essere Lorenzo Insigne: il numero 10 della Nazionale proverà a trascinare gli azzurri alla vittoria dimostrando di essere un leader sia tecnico che mentale. D’altro canto, l’Inghilterra possiede giocatori dal gran potenziale: uno su tutti Sterling che, in semifinale – così come in tutto l’Europeo – è riuscito a fare la differenza e ad accendere la partita attraverso il suo punto di forza, ovvero la velocità e il dribbling. Gli inglesi scendono in campo con il 4-2-3-1. I terzini, Walker e Shaw, hanno dimostrato di essere super offensivi e meno avvezzi alla difesa: per questo, Insigne e Chiesa potranno approfittarne. La sfida in attacco tra Ciro Immobile ed Harry Kane scatenerà scintille: entrambi sono stati oggetto di critica per i tifosi, con il secondo però che è riuscito a segnare quattro gol a differenza dell’attaccante laziale che ne ha siglati due. Chiellini e Bonucci dovranno fare attenzione al numero 9 del Tottenham e soprattutto agli inserimenti di Mason Maount e Raheem Sterling, che varia molto su tutto il fronte offensivo. Sarà una finale che regalerà gioie e dolori, sofferenze ed entusiasmo ad ogni singolo tifoso, anche neutrale. Non ci resta che assistere all’ultima partita di Euro2020: che vinca il migliore…

LEGGI ANCHE

Autore

Per restare sempre aggiornato sul Napoli, leggi www.ilsognonelcuore.com oppure collegati a Instagram o Facebook.